Mia figlia Maria ha vent’anni, la mia carriera politica ventidue, questa riflessione mi fa sorridere spesso perché la mia vita personale e quella pubblica corrispondono e si confondono, sono di fatto cresciute insieme.

Denominatore comune di tutti gli anni della mia vita: Castellabate.

Castellabate è il luogo dove sono nato, il luogo dove ho scelto di restare lavorando appena diciottenne nell’azienda di mio padre, il luogo dove mi sono sposato e dove ho deciso far crescere i miei due figli.

Castellabate però è soprattutto la ragione del mio impegno, conosco la mia terra e le sue esigenze, le ho sempre percepite su di me con un forte senso di responsabilità ed un senso di responsabilità così forte non poteva che trasformarsi in un impegno politico costante, diventato quotidiano da quando sono Sindaco.

Ho vissuto tutte le emozioni più forti che un uomo possa vivere, dalle più dure a quelle più potenti. Ho imparato da esse a vivere con equilibrio, provando a guardare sempre oltre, lavorando con abnegazione e puntando all’obiettivo.

Non mi piace l’arroganza né la prepotenza, credo che si possa far sentire la propria voce anche senza urlare, basta solo saper dosare bene le parole ed il loro significato.

Dei miei affetti però parlo poco, li conservo gelosamente.

Come conservo gelosamente ogni singolo frammento tricolore dei tanti nastri che ho tagliato negli ormai 7 anni da Sindaco, frammenti che scandiscono questi anni, anni in cui ho potuto davvero dar voce e ascolto ai bisogni della mia gente, giorno dopo giorno senza sosta.

Dopo vent’anni di attività amministrativa, dopo tante esperienze eterogenee ma tra loro interconnesse, dopo aver aperto gli orizzonti del mio percorso politico alla dimensione provinciale, oggi aggiungo al mio bagaglio di esperienze la candidatura al Senato della Repubblica. Una sfida che mi dà i brividi, una sfida avventurosa ma non spregiudicata, conosco le persone ne conosco le fragilità e le potenzialità e vivo questo viaggio con la passione che da sempre mi accompagna e con la certezza fiduciosa che il meglio deve ancora venire…